Fino a Domenica 2 Aprile 2017, potrete scegliere il vostro Borgo del cuore anzi, il Borgo dei Borghi. E sì, perché Canale di Tenno si sfida con altri 19 borghi, uno per ogni regione, che si contenderanno il giudizio degli utenti web i quali avranno la possibilità di contribuire con il proprio voto allelezione del “Borgo dei Borghi”.

La “gara” avviene tra borghi del club dei più belli d’Italia e la trasmissione Rai Il Kilimangiaro è giunta qui nel nostro Garda Trentino ed ha scelto proprio Canale di Tenno come borgo rappresentativo del Trentino-Alto Adige per gareggiare con i restanti 19 borghi più belli d’Italia!

Per votare Canale di Tenno clicca qui

Il Borgo dei borghi: Canale di Tenno Cultura

Canale di Tenno

Canale di Tenno è inserito in un territorio – il comune di Tenno – che rientra nella Riserva della BIosfera UNESCO ed è l’esempio di come un borgo possa integrarsi completamente e fondersi in un tutt’uno con la natura. Rispettarla, amarla, viverla nella sua espressione più vera anno dopo anno. E le tradizioni, più vive che mai, danno vita ad un presente in cui si avvertono tutti i segni del passato.

Dimenticate l’orologio e il concetto del tempo che passa. Siete nel luogo dove il tempo si è fermato, dove lo spazio è sospeso tra un passato che non c’è più e un presente che non diviene mai futuro.

Le sue massicce case in pietra sinerpicano sul fianco della montagna, e questo vero e proprio gioiello medievale si apre agli occhi dei suoi visitatori e li accoglie abbracciandoli in una rassicurante quiete che placa l’animo spesso stressato dal tran tran quotidiano.

Canale, a due passi dal Lago di Tenno, specchio verde-azzurro incredibilmente intenso, merita di vincere. Noi vi suggeriamo di votarlo in quanto borgo del borghi e non solo perché lo amiamo con tutto il nostro cuore. Ma perché dal 1211 questo borgo è un vero borgo. Pare che il significato originario di questa parola sia luogo fortificato. E ad ammirarlo, Canale di Tenno sembra essere proprio così: un abbraccio forte. Stretto, avvolgente, invalicabile.

Qui il calore umano e le antiche tradizioni rivivono in ogni viuzza stretta, inerpicata, tortuosa. I salesà, ciottoli di fiume, costituiscono il principale materiale con cui sono state realizzate. Le case creano vere e proprie gallerie e cunicoli stretti sotto i quali passare per godere di tutti gli scorci incredibili che Canale di Tenno offre.

Ogni vicolo, chiesa e dimora sembra raccontare al visitatore una storia: la Casa degli Artisti istituita nel 1967 (luogo di ritrovo di pittori e musicisti), profuma di creatività. Il Museo degli Attrezzi Agricoli, che racconta la storia degli uomini semplici che hanno dedicato la loro vita alla natura.

Ogni pittoresco scorcio profuma di storia e… alcuni profumano anche di buono! Se pensate che Canale di Tenno sia solo passato da sognare vi sbagliate. E’ un passato che rivive più forte che mai tangibile, vero, autentico. Che profuma di Peverada e Polenta. Un buon bicchiere di vino e la vista impagabile del Garda Trentino a due passi da un borgo medievale dal fascino immutato ed intatto nei secoli.

Noi ne siamo certi, Canale di Tenno merita la vittoria, qui potete votarlo. Per noi in fondo, la vittoria più grande è ammirare a bocca aperta la sua bellezza ogni giorno.