Curva dopo curva l’azzurro intenso del Lago di Garda diventa sempre vasto: dall’alto sembra un’infinita distesa racchiusa da imponenti montagne. Dove siamo? Ci stiamo dirigendo verso una piccola e preziosa Malga che ci accoglierà con tanti simpatici amici a quattrozampe: Malga Zanga!

La partenza è da Arco e dopo circa mezzora di auto arriviamo su una distesa verde accolti dal sorriso di Roberto, gestore di Malga Zanga.

Qui si respira l’aria rurale di una volta. Ci salutano dei Lama e loro, gli asinelli, veri protagonisti di quest’esperienza attiva nel Garda Trentino!

Ad accompagnarci in questa escursione trekking, oltre a Roberto c’è Mauro, sorriso smagliante e splendida forma: lui sarà il nostro accompagnatore ufficiale!

Mauro è una Guida Alpina che da ben 18 anni porta avanti la Scuola di Alpinismo Mmove.

Mmove non è solo una Scuola di Alpinismo, ma è anche e soprattutto un gruppo di amici che sa accompagnare e regalare grandi emozioni a tutti gli amanti dell’avventura outdoor.

Ma oltre a Roberto e Mauro ci sono altre guide speciali che vogliono fare la nostra conoscenza: loro, gli asinelli!

Roberto ci spiega che gli asini amano farsi spazzolare e la piccola Ambra, 9 anni di pura energia che vivrà l’esperienza di salire in groppa ad un asino, non se l’è fatto dire due volte.

La dolcissima Lory, compagna di Roberto ci prepara una merenda e voilà che partiamo in compagnia di due guide speciali: Fantasia e Nuvoletta supportati da Bella, uno dei meravigliosi cani di Malga Zanga!

Sul Monte Creino, il terrazzo panoramico sul Garda

Dopo circa un’ora e mezza di camminata immersi nella natura arriviamo in cima al monte Creino, un vero e proprio terrazzo panoramico sul Lago di Garda a 1260 m di quota. Qui impossibile non scattare una foto e… rigenerarsi a stretto contatto con la natura! Fantasia e Nuvoletta ci hanno gentilmente alleggerito il carico e siamo giunti in cima al monte con anguria, bibite e una deliziosa torta alle carote preparata in malga!

Il tempo di ammirare la natura, coccolare i nostri amici pelosi e… è già tempo di ritornare! Non prima però di aver visitato le trincee! Qui infatti è possibile ammirare trincee, gallerie in roccia e postazioni realizzate dall’esercito austro-ungarico a partire dal 1914, alcune delle quali ancora in ottimo stato di conservazione.

Prima di tornare facciamo fare merenda anche agli asinelli: Roberto ci spiega che vanno ghiotti di… scorze d’anguria! Non si butta via niente, insomma. A proposito, noi abbiamo portato via tutto ed utilizzato borracce ed abbigliamento adeguato. È importante ricordare che in montagna c’è un codice da tenere bene a mente, quello del rispetto della natura e del buonsenso.

Ritornando verso la Malga ci si emoziona pensando al ritmo “lento” della natura, la sensazione di benessere che abbraccia e fa sentire parte di qualcosa più grande di noi.

Facciamo ritorno a Malga Zanga e qui facciamo quattro chiacchiere più approfondite con Mauro. La sua passione traspare ad ogni suo passo. È davvero un piacere camminare con lui attraverso la natura. Ci racconta che con Mmove le esperienze da vivere nel Garda Trentino sono davvero tante! Dal Canyoning all’arrampicata dallo scialpinismo al biking. Tante emozioni da godere in famiglia, con i bambini (come questa escursione) o fra amici e perché no, da soli. Con Mmove in fondo, è come partire con amici di vecchia data.

Ci concediamo un pranzo goloso a base di lasagna (la scusa delle calorie perse con il trekking è sempre valida) e un buon caffè. Ci guardiamo intorno, respiriamo la pace, il silenzio che quasi commuove. Un’ultima carezza a Fantasia e Nuvoletta (bravissime con Ambra), un arrivederci a Roberto e Lory e un ringraziamento a Mauro. Come si farà a non ricordare a lungo una giornata così?