Molche, olio extravergine, broccolo di Torbole, marroni.

Tutte queste prelibatezze hanno un comune denominatore: sono tutte eccellenze del Garda Trentino! Sì ma, eccellenze vegan!

Se pensate che in una regione come il Trentino ci siano solo golosità di derivazione animale, sbagliate di grosso!! Molti sono infatti i doni che madre natura elargisce ad una terra ricca di vegetazione e con una natura incontaminata! Due prodotti uniti da un fil rouge sono l’olio extravergine d’oliva DOP e le molche.

L’olio extravergine DOP del Garda Trentino

L’olio extravergine DOP del Garda Trentino è quello prodotto più a nord nel mondo, oltre il 46° parallelo! Questo grazie al clima mediterraneo tipico del Lago di Garda che regala temperature miti e giornate soleggiate. Non solo: gli olivi secolari di quest’area contengono un’alta concentrazione di polifenoli, antiossidanti naturali fondamentali per la salute. Avete mai provato ad assaggiarlo semplicemente su una buona fetta di pane?

E se il pane fosse…di molche?

Cosa sono le molcheSono un residuo solido della lavorazione dellolio di oliva, composto dalle bucce e dalla polpa delle olive privato dei noccioli. E’ un termine del dialetto trentino in uso nell’Alto Garda nelle zone di Riva, Arco, Dro, Nago-Torbole e Tenno.

Con questa crema deliziosa potrete creare del fragrante pane ma anche gnocchi e persino degli inconsueti dolci.

Il Broccolo di Torbole un presidio slow-food

Garda Trentino Vegan: le delizie della natura Enogastronomia

Il broccolo di Torbole, presidio Slow-food invece è un’altra inconfondibile leccornia targata Garda Trentino!

Dolce, delicato, ricchissimo di proprietà antiossidanti: una vera e propria meraviglia della natura figlia del vento! Infatti grazie al Pelèr, un vento proveniente dal nord-est che genera un microclima ideale, vengono coltivati fra Torbole e Arco (una zona chiamata Linfano) dei piccoli fiori di un delicato giallo con foglie verde intenso che danno vita a ricette dal gusto inconfondibile.

E chiudiamo in dolcezza questa carrellata di prodotti “vegan” con le castagne anzi, i marroni!

I marroni di Campi

I marroni e la purea di marroni di Campi (una località di Riva del Garda) hanno ottenuto da poco la denominazione De.Co. riconoscimento importante per le coltivazioni locali e che viene consegnato a prodotti naturali e in parte certificati Bio.

Tante golose ricette da sperimentare con la purea salada e per quanto riguarda i marroni, beh, siamo in pieno autunno, cosa c’è di meglio che gustare delle croccanti e al contempo morbide castagne sorseggiando magari un calice di Teroldego?

Oltre ai già citati marroni di Campi, tipici di questo territorio ci sono anche quelli di Drena, Nago e Pranzo, che potrete gustare in occasione di feste e sagre a loro dedicate.

Se la parola vegan è diventata una moda degli ultimi anni, il Trentino ha, a dispetto di quanto si possa pensare, una lunga tradizione di eccellenze naturali, basti pensare a un fumante piatto di polenta e funghi con contorno di broccolo di Torbole e… una manciata di castagne! Che golosi menù da assaporare sul Garda Trentino, proprio per tutti i palati anche per quelli più “etici” e veggie-addicted!