L’autunno è, non ci crederete, la stagione ideale per andare in bicicletta nel Garda Trentino. Ma anche l’inverno (che qui è mite) e, naturalmente l’estate!

Il motivo? Ecco spiegato.

Il Lago di Garda nord gode di un clima mediterraneo 365 giorni l’anno. Oliveti secolari, antichi borghi pieni di storia,prodotti tipici trentini: qui, pur essendo il versante settentrionaledel Lago di Garda, il clima è decisamente mediterraneo e anche nellastagione fredda, andare in bicicletta diventa puro piacere.

Insoli 15 km di raggio potrete pedalare verso i centri storici di Riva del Garda, Torbole o Arco, il borgomedioevale di Canale di Tenno, antiche rocche e castelli, pedalata dopo pedalata potrete scoprire oliveti centenari, sorseggiare vini di qualità e persino assaggiare l’olioextravergine d’oliva più a nord al mondo, oltre il 46° parallelo.

Garda Trentino su due ruote: l’itinerario consigliato Outdoor

Lei, la bici, che sia elettrica, Mountain bike, city bike vostra o presa a noleggio per scoprire il Garda Trentino su due ruote, vi condurrà alla scoperta di un territorio da amare!

Siete finalmente giunti qui e dopo aver controllato l’altezza del manubrioe della sella, la pressione delle ruote e di avere con voi acqua e viveri, abbigliamento perfetto e tanto entusiasmo siete ora pronti per dominare la strada.

Nel Garda Trentino ci sono tanti percorsi e piste ciclabili.

Vi suggeriamo qui un itinerario facile e non impegnativo per scoprire il Garda Trentino su due ruote nella sua maestosità.

L’ITINERARIO

Se la bici è più un’estensione delle vostre gambe che non un mezzodi trasporto, questo itinerario fa per voi:

Partendoda Arco, superato il Climbing Stadium, seguite verso nord indirezione Eremo di San Paolo fino araggiungere il ponte romano di Ceniga di Dro.

Proseguiteverso Maso Lizzone lungo il sentiero Campagnola immerso negli ulivi. Dirigetevipoi verso l’abitato di Dro spostandovi sulla ciclabile.

Oltre passerete la bellissima Centrale di Fies, una delle più importanti testimonianze di archeologia industriale della regione e proseguitefino a Pietramurata seguendo il fiume Sarca. E’ giunta l’ora di tornare percorrendo un’altra strada che attraversa le celebri Marocche. Un Biotopo meraviglioso che somiglia ad un paesaggio lunare!

Alla vostra sinistra noterete un imponente castello: è quello di Drena! Un Castello austero tipicamente medioevale arroccato in cima ad una rupe. Il suo sguardo volge sia verso Arcoche verso la Valle del Sarca. E’ ora di pedalare!

Dopo Dro, proseguendo lungo i fiume troverete una spiaggia deliziosa: la spiaggia della Moletta, godetevi la sua bellezza e poi ripartite tornando ad Arco, al vostro punto di partenza.

L’itinerario si chiude qui. (Ma date un’occhiata anche a questa bella variante che passa attraverso lo splendido frutteto di Dro!)

Dopo aver scoperto un po’ di entroterra altogardesana. In autunno la bici è una compagna di avventure incredibilmente preziosa e pedalata dopo pedalata, ne siamo certi, il Garda Trentino non vi sarà mai sembrato così bello.