E al terza edizione di Garda con Gusto si è conclusa. Anche quest’anno i sapori, i profumi e le eccellenze a km 0 del territorio hanno dominato la scena per una tre giorni che è stata accolta nel migliore dei modi dai tanti locali e turisti che hanno affollato il Palameeting di Riva del Garda.

Fil rouge della manifestazione è stata lei, la carne salada a marchio De.Co che, declinata in più e golose varianti, è stata tra le protagoniste degli eleganti stand che hanno ospitato la kermesse enogastronomica.

Laboratori, cooking show e tanto altro

Tanti i momenti clou che hanno rallegrato i tanti visitatori, c’è stato il laboratorio sul pesce di lago tenuto magistralmente dallo chef Marcello Franceschi e da Alberto Rania, lunico vero pescatore del Lago di Garda. Qui abbiamo scoperto che un pesce autoctono come il carpione è in via di estinzione ed abbiamo appreso come sfilettare bene le prelibate specie lacustri. (E, non ci crederete, ma durante questo laboratorio ho conosciuto una coppia di coniugi giunti direttamente dal Galles per Garda con Gusto!).

 

Tra i vari cooking show che hanno entusiasmato il pubblico, ha spiccato quello con lo chef nostrano Cristian Bertol, volto noto del pubblico di Rai1 il quale con la direttrice della rivista Sale e Pepe Laura Maragliano, ha intrattenuto il pubblico piacevolmente colpito dalla simpatia travolgente dello chef (oltre che dalla sua nota maestria culinaria!).

La ricetta ha meravigliato gli spettatori nel momento culmine della creazione del caramello (un istante culinario di notevole impatto scenografico!).

Altro grande protagonista dell’evento è stato Antonio Lamberto Martino, il maestro panificatore-filosofo (si è rivelato uomo colto e profondo conoscitore dei filosofi greci) che si è divertito sul palco con i giovanissimi allievi dellIstituto Alberghiero di Riva del Garda.

Sapete che valori nutrizionali ha il broccolo di Torbole? E la polenta la possono mangiare i celiaci? Da oggi tutto è più chiaro.

Tra i momenti più apprezzati a Garda con Gusto infatti, c’è stato l’intervento della biologa nutrizionista Valentina Venanzi, che ci ha spiegato come imparare a gestire le intolleranze alimentari insieme alla food blogger Tiziana Colombo (Nonna Paperina). Valentina ci ha colpiti per la sua attenta e preparata professionalità e la sua simpaticissima verve romana!

Le eccellenze enogastronomiche del Garda Trentino non hanno più segreti ormai!

Domenica un altro laboratorio che ha letteralmente lasciato il segno è stato quello sulle birre artigianali a cura dei maestri birrai!

Spillare una birra non è mai stato cosi semplice! E il pubblico non ha disdegnato un paio di (ehm, qualcuno in più) bicchiere di bevanda al luppolo!

Il mercatino a km 0

Spazio non solo alle degustazioni però, in un’altra sala del Palameeting è stato allestito un vero e proprio mercatino delle golosità a km 0 per tutti coloro i quali erano a caccia di prelibatezze regionali, dal miele allo zafferano, dal vino alla birra.

In un angolo del mercatino poi, era possibile vedere attraverso un visore i più bei paesaggi del Garda Trentino. Questi visori, detti anche “card board”, saranno in vendita prossimamente negli uffici informazioni Garda Trentino…occasione unica per visionare il nostro territorio a 360 gradi!

Ancora una volta, anche in una “realtà virtuale” (e a pancia piena) mi è sembrato di poter esclamare: “Questo posto è un vero paradiso!”.

Le fotografie sono di Jacopo Salvi e Walter Sestili