Home Enogastronomia Finger food di pesce di lago: l’aperitivo a casa con le bontà del Garda Trentino

Finger food di pesce di lago: l’aperitivo a casa con le bontà del Garda Trentino

by Isabelle Yrma Pace
Tempo di lettura 4 minuti
Pochi, semplici ingredienti di alta qualità e un pizzico di fantasia: ecco servito l’aperitivo finger food di classe da gustare a casa con le eccellenze del Garda Trentino.

Speck di trota, sarde sott’olio, trote affumicate: sono tanti gli ingredienti con cui ci si può cimentare in cucina per realizzare degli antipasti gustosi e al profumo di lago.

Belli da vedere, ma soprattutto buoni da mangiare, i finger food di pesce di lago rappresentano la soluzione ideale per la tavola specie durante la bella stagione.

Accompagnare queste autentiche delizie a eccellenze a km 0 come la crema di broccolo di Torbole, la “polvere di olive nere essiccate del Garda Trentino” ed altre bontà del territorio, fa di queste preparazioni un modo piacevole per avvicinare, nella distanza, un luogo che amiamo assaporandone tutte le sue prelibatezze.

Ecco allora qualche ricetta da provare assolutamente.

Per i prodotti lacustri ci siamo affidati alla Troticultura Armanini, che in quanto a freschezza e alta qualità, se ne intende. Mentre per altre golosità da accompagnare al pesce di lago nella preparazione di questi tre piccoli appetizer, ci siamo affidati a loro, Agraria di Riva del Garda che dietro al motto “Passione, qualità e territorio” racchiude nei suoi eleganti spazi tante eccellenze altogardesane.

Finger food “involtino” di trota affumicata Armanini con crema di broccolo di Torbole e Ulidea di Agririva

Finger food di pesce di lago: l’aperitivo a casa con le bontà del Garda Trentino Enogastronomia ricette
@Iasabelle Yrma Pace

Per questo “amuse-bouche” non dovete fare altro che privare della pelle il filetto di trota salmonata affumicata a freddo, ricavarne delle striscioline con un coltello ben affilato e spalmarvi la crema di broccolo di Torbole. Arrotolare e terminare con una spolverata di Ulidea ovvero il dressing a base di olive nere frammentate, nato dall’incontro tra selezionate olive coltivate da Agraria Riva del Garda e la Cucina d’autore della Locanda Margon, da una ricetta innovativa dello chef stellato Alfio Ghezzi.

Crostino di pane homemade con maionese all’Ulidea e Speck di Trota Armanini.

Finger food di pesce di lago: l’aperitivo a casa con le bontà del Garda Trentino Enogastronomia ricette
@Iasabelle Yrma Pace

Un altro semplicissimo finger food. Partiamo dal pane in cassetta fatto in casa:

Mescolate in una ciotola 190 g di acqua, 7 grammi di lievito secco, 350 grammi di farina macinata a pietra (di tipo 3), 1/2 cucchiaino di sale e 10 g di olio extravergine d’oliva del Garda trentino (abbiamo utilizzato un Uliva di Agririva).

Mescolate tutto con impastatrice o a mano, formate una palla, fate levitare in uno stampo rettangolare lontano da correnti d’aria e coperto con un panno umido fino a che non avrà raddoppiato il volume. Trascorso questo tempo fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15 minuti e poi proseguire la cottura a 180° per altri 20 minuti.

Una volta raffreddato, tagliate questo pane prima fette e poi con un coppapasta create delle tartine rotonde.

A parte preparate la maionese comodamente in barattolo, senza sporcare nulla:

In un barattolo freddo di frigo ponete in quest’ordine gli ingredienti:

1 uovo (freddo), 230 ml di olio di semi (freddo), 2 cucchiai di aceto, 1 pizzico di sale. Affondate il mixer a immersione nel barattolo e azionatelo alla massima velocità. Rimanete fermi per i primi secondi e cioè fino a quando la metà degli ingredienti non diventa di color maionese densa, sollevatelo piano piano e muovetelo velocemente su e giù (per amalgamare bene anche l’olio che si trova in superficie. Unite Ulidea (un cucchiaio abbondante), mescolate e spalmate sul vostro crostino dopo aver fatto rassodare un po’ in frigo la vostra maionese. Terminate con questa delizia: speck di trota Armanini a dadini.

Menzione particolare merita questo prodotto: un prezioso “lingotto” di trota affumicato con erbe officinali biologiche trentine che in un alternarsi di affumicatura e stagionatura di affinamento dà vita ad un eccezionale prodotto estremamente duttile in cucina.

-Bicchierino alla spuma di zucchine e ricotta, con Speck di Trota e aceto balsamico Trentino

Per realizzare quest’ultimo stuzzichino, vi basteranno:

200 gr di ricotta

1 zucchina

mezzo scalogno

sale, pepe bianco e olio extravergine del Garda Trentino Uliva di Agririva q.b.

Speck di Trota Armanini

Aceto balsamico Trentino de L’Acetaia

Fate soffriggere in una padella la zucchina tagliata a julienne con l’olio e lo scalogno, tritato fine. Dopo circa 10 minuti togliete dal fuoco, scolate l’olio in eccesso e fate raffreddare. Prendete la ricotta fredda di frigo e frullatela velocemente con il minipimer unendovi, pepe bianco, sale e le zucchine soffritte con lo scalogno. Fate riposare in frigo per una mezz’ora almeno.

Ponete nei bicchierini questa spuma, unite lo speck di torta “a rosellina” e terminate con un goccio di Aceto Balsamico Trentino e un filo d’olio Extravergine Uliva di Agrariva.

Un’autentica delizia!

Volete cimentarvi anche voi in qualche profumatissima preparazione con prodotti di lago e di terra tipicamente altogardesani? Date un’occhiata qui.

I prodotti del Garda Trentino a casa tua

Articoli correlati

Lascia un commento

Partner

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi