Home Autunno Il gusto dell’autunno sul Lago di Garda

Il gusto dell’autunno sul Lago di Garda

by Isabelle Yrma Pace
Tempo di lettura 2 minuti
Una succulenta ricetta tipica che potrete gustare insieme ad altre prelibatezze nei tanti ristoranti che aderiscono al progetto Menu Garda Ottobre d'Oro sul Garda Trentino!

Tradizioni gastronomiche

Il Garda Trentino è speciale anche a tavola, qui tradizione montanara e lacustre si fondono in un tutt’uno per dare vita ad una varietà gastronomica unica, dal sapore semplice e genuino. Le stagioni scandiscono il ritmo della natura e anche a tavola cambiano i prodotti che possiamo gustare.

Stiamo vivendo un settembre “dorato” ancora baciato dal sole e dalle temperature miti. L’autunno è alle porte e la terra ci dona i suoi frutti: uva, pere, fichi, susine (avete già assaggiato le dolcissime susine di Dro dop?) funghi, castagne ed altre prelibatezze.

Canerderli and co.

I canederli sono da sempre il piatto più rappresentativo del Trentino. La sponda di questa regione bagnata dal Lago di Garda, non fa eccezione e anche qui, è possibile gustare queste deliziose “palline” dalla grandezza variabile (balote in dialetto) che generalmente vengono servite con burro fuso e salvia.

Menù d’autunno

I tanti ristoranti che aderiscono al progetto Menù Garda Ottobre d’oro hanno creato per voi dei veri e propri menù d’autunno con i prodotti che dona la terra in questa splendida stagione. Molti tra questi propongono proprio i canederli, noi vi regaliamo una ricetta che è una variante rispetto a quella tradizionale per divertirvi a crearli con le vostre mani!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

500 g di spinaci freschi o bietole

250 g di pane raffermo

noce moscata e pepe qb

sale integrale marino

2 uova

1 cipollotto fresco

1 cucchiaio di farina

1 bicchiere di latte fresco

grana trentino qb

50 g di pane grattugiato

Il gusto dell'autunno sul Lago di Garda Autunno Enogastronomia

©Roberto Vuilleumier_Garda Trentino S.p.A. Azienda per il turismo

Tagliate il pane raffermo in pezzi molto piccoli,versatevi il latte e lasciate ammorbidire. Intanto cuocete a vapore gli spinaci pochissimo. Tritateli e uniteli al composto di pane strizzato. A parte fate sciogliere una noce di burro trentino di montagna con il cipollotto fresco tritato e unite anchesso.

Regolate di sale, pepe e noce moscata. Unite una spolverata di grana grattugiato, le uova, la farina e il pangrattato. Mescolate bene con le mani e formate delle palline della grandezza di una noce.

Cuocetele in acqua bollente salata per 10/13 minuti circa. Scolatele e versatele in una padella con il burro sciolto, unite abbondante formaggio grana grattugiato e pomodorini tagliati a cubetti. Unite del basilico se lo gradite.

Se invece preferite la versione classica, condite questi canederli con del burro fuso e della salvia fresca.

Ma se volete gustare gli originali canederli ed altre golosità made in Garda Trentino, non dovete far altro che scegliere il ristorante che preferite e… sedervi comodamente a tavola per gustare un vero menù Garda ottobre d’oro! Il pranzo (o la cena!) è servito!

Articoli correlati

Lascia un commento

Partner

Questo sito web utilizza i cookie tecnici per il suo normale funzionamento. Sono inoltre presenti widget social e pulsanti di condivisione che potrebbero rilasciare cookie di terze parti. Per attivare tutte le funzionalità del sito, è necessario accettare i cookie. Per maggiori informazioni, si prega di leggere la Privacy Policy. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi